Illuminazione e innovazione

Migliorare l’illuminazione per chi corre o passeggia in via Filanda Vecchia. Viene dal centrosinistra l’ordine del giorno approvato all’unanimità dal Consiglio Comunale per impegnare Sindaco e Giunta a sistemare e potenziare l’illuminazione pubblica tra Spilimbergo e Baseglia, una zona frequentata in tutte le stagioni dagli amanti dell’aria aperta.

Molti spilimberghesi usano questo asse viario anche in autunno-inverno, sfidando non solo il clima più rigido ma soprattutto il buio che ovviamente cala più presto in questi mesi. Tutto il Consiglio ha giustamente apprezzato e approvato la proposta, tanto che l’assessore Zuliani si è convinto a ritirare un emendamento con il quale si voleva includere un ragionamento più ampio, basato sull’integrazione nell’area della futura ciclovia.

Un’analisi strategica certamente opportuna, che troverà verosimilmente spazio nelle prossime sedute; nella zona in questione, infatti, potrebbe rendersi necessario adeguare o aggiungere una centralina. L’argomento accende – è proprio il caso di dirlo – il tema più ampio dell’efficientamento della pubblica illuminazione, oggetto di un piano dettagliato già approvato dal Consiglio Comunale a fine 2017.

Piano dell’Illuminazione del Comune di Spilimbergo

L’adeguamento a norma delle 51 centraline presenti sul territorio comunale rappresenta la priorità, per un costo stimato in 100.000€ all’interno di un quadro complessivo che prevede un investimento di 1.852.050€. L’obiettivo finale del Piano è ottenere un risparmio energetico di 467.377 kWh/anno (-39% rispetto all’attuale), che si traduce in minori emissioni per 225 tonnellate di CO2 e una bolletta energetica più leggera (50-60 mila euro grosso modo).

Oltre alla riduzione di costi e inquinamento, un impianto di illuminazione moderno permette un controllo puntuale del sistema e di conseguenza una manutenzione più efficiente. Inoltre, è possibile integrarlo con altri sistemi evoluti come controllo del traffico, sorveglianza, hot-spot pubblici.

Le risorse finanziarie per un piano così importante si attendono dal rinnovato slancio green che attraversa le istituzioni nazionali ed europee. Il Decreto Agosto ha aggiunto 500 milioni per il 2021 per opere pubbliche in materia di efficientamento energetico e sviluppo territoriale sostenibile, raddoppiando la dotazione prevista dalla Legge di Bilancio 2020 (Legge 27 dicembre 2019, n. 160, art.1 c.29)

Commenta:

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.