Sperimentare il co-housing sociale

Mi hanno colpito molto le parole di Miria Coan, presidente dell’ASP Umberto I di Pordenone. Sul Messaggero Veneto del 9 febbraio ipotizza un modello di “convivenza tra amici, tra persone che condividono affetti e familiarità” che si rifa al co-housing, partito dalla Danimarca e in espansione in Europa e Stati Uniti. Continue reading

Caregiver, pilastro sociale senza tutele

Sappiamo bene come nel sociale il contributo del volontariato sia importante, talvolta fondamentale, per garantire la tenuta di un sistema in cui le necessità crescono sempre più rapidamente delle risorse destinate ad affrontarle. Il volontario è spesso una persona di buona volontà cui mancano anche solo i rudimenti “tecnici” del suo servizio, e ciò non di meno “serve”; motivazioni personali, le più svariate, fanno gettare il cuore oltre l’ostacolo, rendendo la gestione di queste persone una questione delicata e strategica.

Esiste però una seconda categoria, chiamata caregivers; Continue reading

Pedibus a Spilimbergo, si può fare?

Meno di dieci giorni all’inizio della scuola, tutto pronto? Zaino, quaderni, astuccio, libri… organizzazione familiare? Gli orari della scuola incidono parecchio sulla famiglia, tanto più lungo è il percorso casa-scuola. Inoltre non sempre c’è grande socializzazione tra i genitori, e i casi di ottimizzazione (un adulto a turno che accompagna figli anche non suoi) sono sempre merce rara. Continue reading

Teoria “gender” strisciante nelle scuole

20151023_c5_12049190_1042825079085023_831705920603156173_nQualche settimana fa finì alla ribalta della cronaca, anche a livello nazionale, un testo scolastico in adozione presso le scuole di Aviano (e non solo, evidentemente). La critica era rivolta al contenuto “stravagante”, con particolare riferimento alla famiglia e alla sua composizione che, al giorno d’oggi, va considerata normale qualsiasi forma essa prenda. Chiaramente, lo schema padre-madre-figli non sia più lo standard ma semplicemente un’opzione alla stessa stregua di padre-padre-figli o padre-trans-figli-cani, laddove sempre più spesso il padre si dichiara tale per figli e cani. Lascio i dettagli di cronaca all’estratto del Messaggero Veneto. Continue reading

L’omosessuale è un problema?

Il teologo che insegna all’università vaticana che fa coming out e dichiara la propria omosessualità, nonché la propria relazione con un altro uomo, è una storia degna di un romanzo. Talmente preparata che è già pronto un libro, tradotto in italiano e in polacco; non è ancora pronta invece la lettera che mons. Charamsa dice di voler inviare al Papa. Forse sta ancora scegliendo la lingua in cui scrivere. Continue reading