Informare e informarsi

Spilimberghesi bene informati sulla propria città e le sue problematiche ce ne sono troppo pochi: molti sanno qualcosa grazie alle classiche chiacchiere, o per aver letto qualcosa sui quotidiani… ma spesso la realtà delle cose è diversa e più complessa.

Qualcuno sarà anche pigro, ma certamente informarsi in un piccolo centro non è semplice: sulla stampa e in rete non c’è molto spazio per Spilimbergo, e per approfondire un argomento serve la giusta pazienza. Ne parlavo in questi giorni con diverse persone, ovviamente visto il periodo e la mia candidatura il discorso è scivolato sul ruolo delle istituzioni nelle dinamiche comunicative.

Il Consiglio Comunale viene frequentato solo in particolari occasioni, da cittadini che hanno un interesse specifico sui temi in argomento: solitamente persone già informate sui fatti in questione che vengono ad assistere al dibattito sulle decisioni finali che il Consiglio delibererà. Difficilmente uno spettatore “neutrale” sarebbe in grado di cogliere a pieno il percorso che sta a monte, né il Consiglio può permettersi per ogni argomento un’adeguata introduzione informativa: già così le sedute sono lunghe, per di più a cavallo dell’orario di cena che non stimola la partecipazione.

In questi anni, nel mio piccolo, con questo blog ho provato ad aggiungere qualcosa in questo panorama: le mie opinioni e qualche approfondimento. Un pubblico seppur ristretto ha apprezzato questo lavoro, e ciò mi spinge a proseguire nell’impegno. La mia elezione in Consiglio Comunale mi darebbe la possibilità di accedere a molte più informazioni che potrei quindi condividere con i cittadini interessati per ampliare la conoscenza della realtà spilimberghese.

Vi chiedo quindi una preferenza per essere una voce dei cittadini in Comune, ma anche una voce del Comune tra i cittadini. Vi invito anche a partecipare al sondaggio sulla comunicazione che potete trovare a questa pagina.

Grazie come sempre della partecipazione!

Commenta: