Come la Casa di Riposo abbatterà consumi ed emissioni

L’ASP Spilimbergo ha ottenuto a dicembre 2017 un contributo di 1.498.000€ per il progetto di efficientamento energetico della Casa di Riposo. Si tratta di fondi comunitari del POR-FESR 2014-2020 per la “riduzione di consumi di energia primaria nelle strutture residenziali per anziani non autosufficienti”; il progetto presentato dall’ASP ha ottenuto un’ottima valutazione ed ha quindi beneficiato del contributo nella massima misura possibile.

Il fabbricato della Casa di Riposo, data la sua età e conformazione strutturale, comporta dei costi di mantenimento particolarmente elevati, sia in termini di piccoli interventi manutentivi che di consumi. Gli interventi in progetto mira a portare il fabbricato dall’attuale classe energetica D alla A2, con valori attesi di consumo di energia primaria ed emissioni complessive inferiori di oltre il 60% rispetto alla situazione attuale.

Il progetto di fattibilità elaborato dall’ing. Giorgio Bellini prevede sostanzialmente l’isolamento dei vari corpi di fabbrica dell’edificio tramite l’esecuzione di un cappotto esterno, sia sulle coperture che sui muri perimetrali. Questa misura, unitamente alla sostituzione dei serramenti con più moderni sistemi per isolamento termico e acustico, permetteranno di raggiungere buona parte dei risultati attesi.

Altre misure previste sono l’installazione di un impianto fotovoltaico da 25 kW e la sostituzione dell’illuminazione interna delle parti comuni con lampade a LED a basso consumo e “intelligenti” per minimizzare l’impiego di energia in base alla luminosità naturale.

Il cantiere permetterà inoltre di inserire altre piccole manutenzioni e sistemazioni esterne, così da sfruttare l’occasione e fare economia rispetto a interventi altrimenti a completo carico della struttura.

Il contributo europeo coprirà per intero la spesa prevista, quindi nessuna spesa sarà sostenuta dall’ASP direttamente; considerando che tra energia elettrica e gas la spesa prevista per il 2018 ammonta a 260.000€, è dato evidente come le opere in progetto potranno dare un beneficio non solo in termini di impatto ambientale ma anche economici, liberando risorse utili per ulteriori investimenti a beneficio degli ospiti della Casa di Riposo. Considerati i tempi necessari per le varie fasi di progettazione, approvazione ed appalto, si presume che i lavori possano iniziare nei primi mesi del 2019 per concludersi entro lo stesso anno.

Per approfondire, i documenti pubblicati all’albo pretorio dell’ASP in allegato alla determina del 07/03/2018

Commenta: