Pedibus a Spilimbergo, si può fare?

Meno di dieci giorni all’inizio della scuola, tutto pronto? Zaino, quaderni, astuccio, libri… organizzazione familiare? Gli orari della scuola incidono parecchio sulla famiglia, tanto più lungo è il percorso casa-scuola. Inoltre non sempre c’è grande socializzazione tra i genitori, e i casi di ottimizzazione (un adulto a turno che accompagna figli anche non suoi) sono sempre merce rara.

Per chi non usa il trasporto pubblico esiste una pratica alternativa chiamata PEDIBUS. Non certo una novità dell’ultima ora perché nei paesi nordeuropei la pratica è diffusa ormai da quarant’anni. Semplicemente, due adulti passano a raccogliere diversi bambini per accompagnarli a scuola a piedi (esiste anche la variante in bicicletta), formando un’ordinata fila indiana con un “grande” davanti e uno dietro. Il simpatico serpentone è economico, salutare e favorisce la socializzazione e la cooperazione tra famiglie.

Negli ultimi tempi sono partiti progetti di questo tipo in realtà vicine come Sacile, Sequals e Codroipo. In rete non è difficile trovare informazioni e spunti per partire e organizzare il pedibus. Chiaramente, è quel genere di iniziativa che non necessariamente deve partire dalle istituzioni, ma più efficacemente dal senso civico e dalla disponibilità dei genitori, che in fondo non dovrebbero investire molto più tempo del solito (i bambini li porti a scuola comunque!)

Da consultare:

Commenta: