Spilimbergo, estate, turismo

Titolo pieno di speranza per questo post, un po’ per il meteo che fa pensare spesso più a novembre che a maggio, un po’ per le ambizioni della nostra Città, che è chiamata a fare il passo definitivo verso il ruolo di attrazione turistica di livello più che regionale. Come da programma elettorale, la giunta Francesconi ha provveduto a far installare e attivare quattro webcam a uso turistico visibili sul sito turismofvg.it. Posizionate in punti strategici, danno qualcosa in più della semplice cartolina: la veduta aerea, oltre che suggestiva, offre in sostanza la situazione meteo su Spilimbergo; la vista di Palazzo di Sopra è ancora più bella, perché unisce la bella architettura del municipio con lo sfondo della pedemontana (e degli eventuali nuvoloni in arrivo!)

Più strategiche ancora le visuali su piazza Duomo e piazza Castello: sicuramente inquadrano due gioielli come il Duomo e Palazzo Dipinto, ma soprattutto nel campo delle telecamere entrano appunto le piazze e le eventuali manifestazioni che vi verranno tenute. Immagino che potranno dare belle soddisfazioni durante gli eventi estivi (Folkest e la Macia su tutti) e su questa filosofia potrebbe essere un’idea interessante un’ulteriore webcam che inquadri corso Roma con piazza Garibaldi, altro scorcio pittoresco e possibile teatro di eventi a Spilimbergo.

Ovviamente questo è il primo passo per veicolare un contenuto – il patrimonio artistico-culturale della Città del Mosaico – che ha già un suo importante peso specifico. Credo dunque che la politica da perseguire sia valorizzare e pubblicizzare quanto di buono e unico può offrire Spilimbergo. Privilegiamo la forma, sapendo che la sostanza non manca. E che sia una buona estate!

Presentazione candidati – video

Incontro pubblico e presentazione ufficiale dei candidati delle tre liste che sostengono Francesconi. Qui sotto il video integrale, oppure vai direttamente al mio intervento.

La mia candidatura alle Comunali con Francesconi

foto_santinoSi stringe il cerchio attorno alle prossime elezioni comunali (21-22 aprile) ed è ora di uscire allo scoperto. I quotidiani locali oggi delineano il quadro delle candidature, che per quanto mi riguarda è molto chiaro: sarò candidato all’interno della lista a sostegno di Renzo Francesconi.
Nei giorni scorsi più di qualcuno ha chiesto se mi sarei candidato a Sindaco; mi fa sorridere perché la domanda esprime insieme una buona stima e una forte voglia di rinnovamento.

Le condizioni non ci sono, però, per una scelta simile. Innanzi tutto, ritengo positivo l’operato di Francesconi e credo che un secondo mandato darà modo all’amministrazione di dare continuità e perfezionare alcune scelte intraprese in questi cinque anni. In secondo luogo, se anche per il M5S è difficile allestire una lista per le comunali, figuriamoci per chi a Spilimbergo ha preso meno della metà dei suoi voti! È un dato di fatto che però non scoraggia il cammino di Scelta Civica, progetto politico che intendo far crescere e radicare nella nostra Città proprio per incentivare e ravvivare la partecipazione dei cittadini.
In questa direzione è un segnale importante l’orientamento di correre da soli a livello regionale: una scelta pienamente coerente con il carattere innovativo di Scelta Civica, che si conferma elemento di rottura del tradizionale panorama politico anche in Regione.

La novità sarà un aspetto peculiare anche della mia personale campagna elettorale: accanto al programma amministrativo della coalizione, alla cui costruzione partecipo attivamente, ci saranno alcuni temi cui tengo particolarmente e di cui mi farò attivo portavoce.
Ritengo che sia un fatto importante che i cittadini siano consapevoli che il voto di preferenza non solo premia un programma amministrativo, ma può dare un’indicazione importante sulle persone che dovranno metterlo in pratica. Ogni candidato porta con sé la sua personale sensibilità e per questo è diverso da tutti gli altri.
Nei prossimi giorni entrerò meglio nel dettaglio delle mie proposte; l’augurio è che gli elettori vogliano scrivere il mio nome sulla scheda e dare in questo modo un messaggio importante alla prossima amministrazione. Da parte mia l’impegno a dare il massimo per Spilimbergo, come è da sempre nel mio stile in ogni cosa che faccio.
Continuate quindi a seguirmi su queste pagine e, se vi convincono le proposte, a suggerire anche ad altri questo sito. Grazie!

Spilimbergo gioiello d’Italia

Non può passare inosservata la notizia: il 13 febbraio Spilimbergo è stata premiata tra i 21 Comuni “Gioielli d’Italia”, un concorso nazionale cui hanno preso parte 350 Comuni sotto i 15.000 abitanti. L’iniziativa è nata con lo scopo di promuovere e rilanciare il turismo nei nostri borghi più belli ma forse meno conosciuti. Oltre al riconoscimento, si legge che l’Agenzia Nazionale per il Turismo riserverà ai Comuni vincitori una campagna promozionale su misura.

Credo sia un’occasione importante, specialmente in questo periodo di fermento elettorale in cui i diversi candidati si dovranno misurare soprattutto sui programmi. E in questi, un ruolo fondamentale lo giocherà la vocazione turistica di Spilimbergo, che nel momento di crisi e alla luce di una lenta ma progressiva de-industrializzazione del mandamento, può rappresentare l’àncora di salvezza per l’economia locale.

Soprattutto per il centro, poter contare su un discreto flusso turistico potrebbe sopperire al calo dei consumi da parte della popolazione residente e costituire motivo sufficiente per continuare a investire nell’attività commerciale. Il concetto chiave è proprio quello dell’investimento, inteso non solo in senso monetario ma soprattutto in senso intellettivo: è opinione diffusa, anche tra gli “addetti ai lavori”, che non sempre e non tutti i commercianti spilimberghesi hanno il giusto spirito o la visione per innovare la propria attività con quel valore aggiunto, quella caratterizzazione che potrebbero fare la differenza.

Una partita aperta, quella sul turismo e il commercio a Spilimbergo, che chiaramente coinvolge molti giocatori: sicuramente i commercianti e le loro strategie aziendali da una parte, ma anche le istituzioni nel creare le condizioni giuste per lo sviluppo, ai diversi livelli, e tutti coloro che, in questo quadro, devono metterci i contenuti (un esempio per tutti, la Scuola Mosaicisti). In questa partita si intrecciano discorsi che nascono da altri versanti, come l’Unione Montana e tutto il filone relativo al ruolo mandamentale di Spilimbergo, le sinergie con i territori circostanti…

Come non mai serve ritrovare una progettualità di medio-lungo termine che riesca finalmente a liberare le potenzialità latenti del territorio e rinnovare l’economia locale, e quindi il benessere di tutti. Una grossa sfida su cui le forze politiche sono chiamate fra pochissimo a confrontarsi: potranno esserci ricette differenti ma, dando per scontato che l’obiettivo è condiviso da tutti, è necessario l’impegno trasversale e a ogni livello, per il bene comune che rappresenta Spilimbergo e il suo territorio.

Scelta Civica Spilimbergo

logo_scelta_civicaOggi Monti ha presentato nome e simbolo ufficiale del suo impegno politico alle prossime elezioni. Ho dunque preso il coraggio a due mani e ho deciso anch’io di salire in politica: ho aperto una nuova pagina facebook dal nome eloquente: Scelta Civica Spilimbergo.

Vuole essere un’iniziativa civica, appunto, che raccolga il sano entusiasmo e le fresche energie di tanti di noi delusi dalla politica “tradizionale” ma non per questo meno appassionati per l’argomento, e soprattutto persone interessate a impegnarsi direttamente per quel “bene comune” troppo spesso citato a vanvera a destra e a sinistra. Continue reading